_________________

BREXIT E CITTADINI UE: PRECISAZIONI DELL’AMBASCIATA ITALIANA A LONDRA

BREXIT E CITTADINI UE: PRECISAZIONI DELL’AMBASCIATA

LONDRA - “In merito alle notizie recentemente diffuse dalla stampa britannica - riguardanti una presunta sospensione della libera circolazione dei cittadini UE nel Regno Unito a partire dalla metà di marzo, a seguito dell’attivazione dell’art. 50 del Trattato UE - si informa che su sollecitazione dell’Ambasciata d’Italia a Londra, le Autorità del Regno Unito hanno precisato che il Governo britannico, anche dopo l’attivazione dell’articolo 50, continuerà ad assicurare il pieno rispetto di diritti e obblighi europei fino al giorno in cui il Regno Unito uscirà dalla UE, inclusi quindi i diritti di cui godono attualmente i cittadini di stati membri dell’Unione europea, tra i quali è compresa la libera circolazione delle persone.

Fino a quel momento non vi saranno pertanto modifiche nell’attuale regime di ingresso in questo Paese”. Così in una nota l’Ambasciata italiana a Londra che interviene per fare chiarezza su quanto sta accadendo nel Regno Unito alle prese con l’attivazione della procedura di uscita dall’Ue.
“Per quanto riguarda gli scenari futuri che si profileranno nel corso del negoziato per l’uscita dall’Unione Europea, - continua la nota – ricordiamo che il Governo britannico, al massimo livello politico, ha più volte manifestato formalmente l’intenzione di garantire pienamente i diritti acquisiti dai cittadini europei anche dopo la Brexit, a condizioni di reciprocità. Dal canto suo il Governo italiano è prioritariamente impegnato a garantire il rispetto dei diritti acquisiti dai cittadini italiani residenti nel Regno Unito nonché ad assicurare la massima tutela possibile a tutti i nostri connazionali”.
Infine, la nota assicura che “quando saranno disponibili ulteriori indicazioni da parte del Governo britannico, sarà cura dell'Ambasciata e del Consolato Generale d'Italia a Londra diffonderle tempestivamente a tutti i connazionali”.

 

FONTE: AISE