Il documento sull’associazionismo approvato dalla plenaria del Cgie del dicembre 2008 si concludeva così:

il-documento-sull-associazionismo-approvato-dalla-plenaria-del-cgie-del-dicembre-2008-si-concludeva-cosi

 

“Considerando che la necessaria e rinnovata riflessione sulla situazione e sul futuro dell’associazionismo di emigrazione equivale ad occuparsi del futuro delle nostre collettività intese come comunità di intessi che condividono sistemi di valori identitari e culturali, siamo coscienti che in assenza della funzione aggregativa e organizzativa, di orientamento e confronto assicurata dall’associazionismo le nostre collettività ed i singoli soggetti si troverebbero in una situazione di anomia indifferenziata e non esisterebbero, di fatto, “comunità-collettività” degli italiani all’estero. L’attività di promozione e mediazione sociale, che storicamente ha svolto e svolge l’associazionismo, costituisce, infatti, la funzione fondamentale per la riproduzione del senso di appartenenza e del legame con l’Italia.

0 Comments on “Il documento sull’associazionismo approvato dalla plenaria del Cgie del dicembre 2008 si concludeva così:”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.